UNO SGUARDO AGLI ASSET DI GIUGNO

Asset di giugnoGiugno, che mese fantastico!  Gli alberi in fiore si stanno trasformando in frutti. Il mese corre veloce verso l’estate carico di voglia di vacanze e di relax! Bello,  ma non siamo arrivati li, c’e’ ancora tanto da fare prima di riposarsi !! Come di consueto devo dare uno sguardo al mio pannello di controllo per avere la visione d’ insieme di come si stanno muovendo gli asset totali che rappresentano il vaolre totale del capitale  accumulato fino a ad oggi. La strada verso il milione prosegue inesorabile e la somma dei miei sforzi, delle mie idee, della perseveranza e della pazienza strappano giorno dopo giorni un metro in piu’ verso la meta. Non importa quanto a volte in qualche mese sembra che non stia succedendo niente o all’ apparenza tutto sembra immobile. Quello che conta e’ il fuoco che arde sotto la cenere. E’ La molla che si comprime fino al punto che scatta. L’ accumulo di titoli che genera un effetto valanga col passare del tempo. Le  Idee che prendono forma e che in silenzio mettono le basi per nuove forme di reddito. Questo e’ quello che si semina oggi , ed e’ cio’  che conta per il nostro domani.

Giugno si presenta piu’ o meno in linea col mese precedente anche se abbiamo subito una lieve flessione. Niente di allarmante, nella norma delle fluttuazioni passate e probabilmente future. La somma degli asset ai primi giorni di giugno hanno raggiunto la cifra totale di 167162 $. Una flessione del -1.91% rispetto al mese di maggio. Complici sono stati due fattori principali totalmente sotto controllo. Il primo e’ nell’ utilizzo di parte del capitale in cassa nella neonata societa’ di subaffitto che nonostante i poco meno due mesi di vita sta procedendo oltre la mie aspettative consumando molto meno capitale di quello che postessi aspettarmi. In genere le start up prima di produrre cash flow positivo hanno bisogno di parecchio denaro prima di prendere il volo, sempre ammesso che ce la facciano. L’ altro motivo di questa flessione sono state le posizioni aperte e chiuse sui futures che hanno anullato i profitti generati sulla carta creati nel mese di maggio. Anch’io a volte posso perdere soldi!  La fotografia si presenta, ai primi di giugno, in questo termini:

Screen Shot 2015-06-09 at 09.14.16

Al di la di come si stanno muovendo i mercati che notoriamente sono abbastanza volatili durante i mesi estivi, la borsa non mi preoccupa piu’ di quel tanto. So di avere accumulato posizioni in ottime societa’ con business solidi e diversificati globalmente in una varieta’ di segmenti. L’ umore degli speculatori ed investitori piu’ sensibili di sicuro trovera’ ragioni di agitarsi, come da sempre e’ stato. Vedremo che fine fara’ la Grecia, se cambieranno i tassi di interessi, se arriveranno nuove malattie spaventose ( come ogni estate!! ) e se poi tutto riprendera’ una  vena di entusiasmo che si scolla dalla realta’. Coca Cola e Mcdonald saranno sempre li, nel vostro frigo, all’ angolo sotto casa. La benzina, l’ olio ed il gas continueranno a muovere le vostre macchine e a scaldare le case di mezzo mondo. Ci laveremo i denti come sempre, e faremo la spesa! Quello che volgio dire e’ che non mi scompongo piu’ di quel tanto nel vedere i sali e scendi dettati dall’ umore psicopatico e monodepressivo dei mercati. Fa parte del gioco.

Dove invece sono molto focalizzato e attento di questi tempi, e’ nel proteggere il mio esile progetto degli appartamenti in sub affitto. La colonnina blu nascosta sotto quella verde nel grafico…Quasi non si vede! So bene che e’ ancora molto  presto per parlare ma concedetimi di spendere alcune parole perche’  penso ci sia un potenziale notevole pronto ad esplodere nel business model che ho creato con cura maniacale dei dettagli. Progressivamente, per ogni settimana che sta passando sto spostando la mia soglia di attenzione  iniziale dal  non perdere il capitale investito, contenendo i costi il piu’ possibile ed organizzando le procedure operative al meglio, verso una problematica ben piu’ positiva che e’ quella di come strutturare la crescita. A meno di due mesi dal giorno ufficiale d’ apertura dell’ attivita’, il 13 aprile 2015,  abbiamo all’ attivo ( cioe’ siglato ) contratti per 5 appartamenti. Non e’ un gran che? Forse, ma  aspettate un attimo e capirete perche’ sono cosi eccitato. Dando un occhio alle cifre la prospettiva cambia totalmente. Ogni contratto siglato rappresenta mediamente ad oggi un fatturato mensile di circa 1600 $ per appartamento. Ad oggi gli appartamenti affittati sono 5 quindi da questo mese il fatturato si attesta su 8000 $ mensili. La media di durata dei contratti oscilla tra i 12 e 24 mesi. Stando  conservativi su  12 mesi possiamo gia dire che  la stima del fatturato proiettato su base annua si attesta a 96000$ . Questo solo ad oggi, con una quarantina di giorni di vita alle spalle. Il bello e’ che e’ di sicuro. Forse non c’e ancora motivo di scaldarsi, ma andiamo avanti e buttiamo lo sguardo un po’ piu’ in la:  abbiamo in rampa di lancio la bellezza di 15 nuovi appartamenti disponibili gia’ immessi sul mercato pronti ad essere affittati. Questo cosa vuol dire? Che se anche durante il mese di giugno riuscissimo a subbaffittarne altri 5 nuovi appartamenti acquisendone a rotazione sempre dei nuovi, potrei dire che il business model funziona e comincia a generare uno storico di performance. Questo fa si che  l’ aspettativa sui prossimi dodici mesi di affittare 5 appartamenti al mese ci catapulterebbe sull’ anno ad un totale di 60 unita’ affittate . Vi aiuto a fare due conti:  60 appartamenti all’ anno a 1600$ al mese  per 12 mesi pieni generano un fatturato di 1152000$. Questo e’ basato sull’ andatura di oggi,  in una  citta’ sola con una persona sola che sta lavorando. I margini di profitto ad oggi oscillano tra l’ 11%-13% ma non contano un granche’ finche’ non saremo stabili a regime. Quello che pero’  mi preme adesso, in modo maggiore e’ strutturare i prossimi mesi per amplificare il modello consolidandolo e  replicandolo rapidamente in diverse citta’ con alcuni collaboratori che operino per regione. Il tutto tenendo sotto controllo il cashflow e facendo si che l’ attivita’ resti positiva e segua questo trend. Non e’ un gioco da ragazzi ma penso che il mio partner che dirige la societa’ operativamente sia totalmente in grado di farcela fino ad un livello nazionale. Poi si vedra’, prima i fiori devono trasformarsi in frutti. Una tappa per volta. Quello che per me resta fantastico e sconvolgente e’ che io e il mio socio siamo seduti in due continenti diversi a piu’ di 14000 9600 km di distanza! Poi non ditemi che non  si puo’ fare business partendo da zero….Volere e’ potere!

Sara’ un estate calda e movimentata!

A presto!

 

(Visited 442 times, 1 visits today)

6 Comments
  1. Praya
    • partitodazero
  2. Claudio
    • partitodazero
  3. Praya
    • partitodazero

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *