PRIMI PASSI “AFFITTANDO AZIONI”: QUADRUPLICATE LE RENDITE PASSIVE!

 Quadruplicare le renditeSono stato impaziente per tutto il mese di Gennaio di vedere come si sarebbe chiuso il test sulle opzioni. L’ approccio di ricavare delle rendite dal mio portafoglio di azioni mi aveva incuriosito nelle settimane passate. Come sempre mantengo la buona abitudine di cominciare ogni nuova scoperta  finanziaria a piccoli passi mentre in parallelo ho effettuato un full immersion di studio, ricerca ed istruzione per cercare di evitare di fare errori costosi. Sensazioni di scetticismo e cautela, hanno durante il mese passato,  lasciato via via posto a  sorpresa e crescente fiducia che si può fare. Si può percorrere questa via. E’ stato come entrare in una grotta da un cunicolo stretto e buio tenendo in mano una torcia. Qualche passo lento per tastare il terreno, occhi sbarrati e sensi allertati al massimo. Poi dopo un poco si iniziano a distinguere le prime forme e gli occhi si abituano e il buoi diventa meno nero.

Ora che il mese si e’ chiuso posso guardare il tabellone e vedere il punteggio di fine partita. Non vi tengo sulle spine vado dritto al punto : il guadagno e’ stato di 1300$. Il che sommato ai dividendi del mese (400$) fa si che le entrate passive generate  in borsa si sono quadruplicate raggiungendo un totale di 1700$. In un solo mese. Senza lavorare per nessuno.

Per me e la mia economia familiare e’ un risultato molto importante. Si comincia a parlare di una somma paragonabile ad uno stipendio. Di seguito le schermate delle operazioni effettuate. Alcune sono ancora aperte altre sono state chiuse e poi riaperte nuovamente.

opzioni gennaio

opzioni gennaio Opzioni europee: 42 Euro di guadagno ( +47.50$)

Opzioni US: +1273 $ di guadagno

commissioni totali: -1.10 euro – 21.52$ = -22.76 $

Totale 1297.74$

Adesso pero’ devo fare una precisazione molto importante. Non e’ solo oro quello che luccica. C’e’ stato un investimento di studio ed apprendimento non che di monitoraggio particolare. Non si può pensare di vendere opzioni coperte e poi passare a fine mese incassando il malloppo senza fare proprio nulla. Io mi sono studiato tutte le casistiche che potevo trovare relative alle EXIT strategy cioè tutte le strategie possibili per massimizzare questo tipo di opzioni. E’ fondamentale quando ho aperto una qualsiasi posizione che avessi già in mente i diversi scenari di uscita e li impostassi con degli stop loss precisi e mirati in modo che loro facessero il lavoro per me.  Oltre ai casi di uscita in caso di emergenza,  ho potuto testare uscite strategiche per poi rientrare massimizzando i profitti il più  possibile e riducendo le perdite. Non stiamo parlando di astrofisica. Non servono lauree o chissa’ quale quoziente intellettivo. Io mi reputo una persona nella norma, quindi se ci arrivo io ci può arrivare chiunque! Come sempre si tratta di avere regole chiare e semplici.  Io ho trovato un enorme aiuto in Alan Ellman, uno dei pochi specialisti trovati in materia di opzioni coperte e strategie relative . Per chi sa l’ inglese lo raccomando vivamente. E’ chiaro come il sole e descrive le mosse da fare in ogni circostanza in modo estremamente pedagogico e strutturato. Il link e’ www.thebluecollarinvesor.com . Trovate una marea di video gratuiti anche su youtube. Se volete imparare come fare soldi in questo campo, questo e’ un ottimo punto di partenza.

In pratica quindi cosa ho fatto di diverso questo mese?  Non ho toccato praticamente il mio portafoglio ( eccetto alcune vendite che ho iniziato per altre ragioni ). Invece l’ ho sfruttato meglio. Anzi che solo stare a vedere le mie azioni che si muovono su e giu’ le ho messe a rendita. Ho guardato quali delle azioni già acquistate in precedenza fossero un numero sufficiente per vendere almeno un contratto di opzioni. Un contratto equivale a 100 azioni. Quindi in sostanza per fare il primo passo dovete avere 100 azioni di una qualunque società che avrete scelto secondo i vostri criteri.

Il passo successivo e’ stato vedere  che trend avesse l’ azione sottostante.  Per dare un idea prendiamo un caso specifico dai miei movimenti del mese: FCX

Al momento in cui ho deciso di vendere l’ opzione ( cioè l’ impegno di vendere 100 azioni ad un prezzo fissato detto strike ad una precisa data di scadenza)  ho visto che il trend era in discesa.  Premetto che la mia intenzione e’ quella di tenere le azioni che compro per almeno un anno perché parte del mio metodo. Così mi sono mosso nella  maniera seguente per ridurre le perdite in corso anziché stare solo a guardare:

  • azioni in portafoglio FCX: 440,  valide per coprire 4 contratti
  • 20/01/2015 prezzo di FCX 19 $
  • 20/01/2015 venduto 4 call 21$ ( strike price) con scadenza 20/02/2015 per un guadagno di 0.43$ x 4 ( contratti) = + 172$ ovvero 2.26% di ritorno sul prezzo di riferimento di 19 $
  • 29/01/2015 il prezzo di FCX ha continuato a scendere fino a 17.7$
  • 29/01/2015 ricomprato le 4 opzioni aperte a 0.08$ per – 32 $ di perdita ( in gergo si dice buy to close) cioè – 0.42%
  • 29/01/2015 ho ri-venduto 4 call 19$ scadenza 20/02/2015 a 0.38$ x 4 ( contratti) = + 152$ ovvero un nuovo 2 % di ritorno sui 19 $ di inizio operazioni
  • totale + 292$ ( +3.8%)

Analisi:

Se fossi stato un investitore passivo e non avessi fatto assolutamente nulla, in questo arco di tempo il valore della mia azione FCX mi avrebbe fatto registrare una perdita, ovvero 19$ -17.7$= 1.3$ x 400 azioni= 520$ ( -6.8%)

Avendo utilizzato le opzioni covered la perdita reale e’ stata del – 3% ( -6.8% + 3.8% ) riducendo di più del 55% l’ impatto reale. In questo caso l’ uso dell’ opzione e’ stato di ammortizzatore su una discesa di prezzo.


Vediamo invece un caso opposto: AAPL 

  • azioni in portafoglio al 13/01/2015: 126 ( contratti vendibili 1)
  • prezzo al 13/01/2015 = 111$
  • 13/01/2015 venduto 1 call 121$ scadenza 13/02/2015 per 1.25$ x 100= 125$ con un profitto di 1.12% sul prezzo di 111$
  • se il 13/02/2105 il prezzo di Apple sara’ al  di sotto o uguale  a 121$ mi terro’ le azioni ed avrò in ogni caso fatto 125$ di guadagno.
  • se il 13/02/2015 Apple avra’  passato i 121$ avrò alcune scelte: non fare nulla e lasciare vendere le mie azioni come da contratto a 121$ portando a casa 1000$ di profitto ( 121$-111$=10$ x 100 azioni= 1000$ + 125$ ( da vendita dell’ opzione) per un totale di 1125$ ovvero un succoso 10.13% di ritorno in un solo mese. Che Annualizzato sarebbe più del 121%! 
  • non volendo vendere posso effettuare quelli che in gergo sono chiamati:
  • roll over: cioe’ ricomprare l’ opzione e rivendere allo stesso strike ma sul mese successivo. In sostanza compro e rivendo tempo e mi tengo le azioni beneficiando della forte salita.
  • roll over and up: cioe’ ricompro l’ opzione e la rivendo subito dopo ad uno strike più alto sul mese successivo.

in ognuna di queste situazioni ne uscirò in guadagno. Cosa ancora più bella e’ che intanto continuo a maturare i dividendi.

Come potete intuire ci sono dei ragionamenti e degli schemi precisi non proprio immediati che vanno assimilati a priori per essere pronti ad agire ed a reagire a seconda di come si muove il prezzo. In termini pratici parliamo di pochi minuti ogni settimana per operare. Anche meno. Nel caso di Apple per esempio non ho fatto assolutamente niente da quando ho venduto l’ opzione il 13/01.  Osservo ed aspetto la scadenza dell’ opzione. Il venerdì in cui scade il contratto, sapro’ in base al prezzo cosa mi conviene fare. Ho chiari i miei scenari e sono in perfetto controllo qualunque cosa succeda. Ci sono una manciata di alternative possibili prima della scadenza di un contratto:  durante la prima meta’ del contratto ( prime due settimane), alcune possibilità durante la seconda meta’ ed infine alcune exit strategy diverse da applicare il venerdi di scadenza quando il valore temporale dell’ opzione crolla a  zero.

CONCLUSIONI: 

Come primo mese di prova sono contento. Mi rendo conto che il mio portafoglio deve essere adattato ed ottimizzato per sfruttare al meglio le opzioni. In quale modo? Intanto arrotondando tutti le posizioni a numeri multipli di 100. Se ho 385 azioni di XZY mi conviene comprarne 15 ancora per poter operare con 4 contratti anziché 3. Vice versa dove vedo che ho 125 azioni di XXX mi conviene venderne 25 ed usare la liquidità’ per arrotondare un altra posizione.

In un mese abbastanza volatile e muovendomi da principiante sono riuscito a generare 1300$ su un capitale investito relativo 123000$ cioè un ritorno del 1.06% che altrimenti non avrei mai visto. Ottimizzando il portafoglio ed utilizzando tutto il mio capitale a disposizione potrei arrivare (basato sullo stesso ritorno mensile)  a quasi 2000$ in un mese solo. Migliorando la tecnica ed arrivando ad un ritorno medio del 2% sono convinto che portare a casa 4000$ di cash flow aggiuntivi possa diventare un nuovo obiettivo realistico. In questo caso starei parlando di 48000$ l’ anno di capitale fresco per nuovi investimenti. Direi che e’ un ritorno ragguardevole per un po’ di istruzione finanziaria e qualche ora di studio!

Un ultima cosa:  durante questo mese il mio portafoglio ha perso valore per circa il 4% il che  di per se presa da solo potrebbe non essere piacevole. Siccome pero’ questa e’ solo una delle variabili che che agiscono sul totale dei miei asset non me ne preoccupo più’ di quel tanto. Ricordate il mio approccio da immobiliare? Quando possiedo una palazzina ( il portafoglio azionario) con buoni appartamenti ed inquilini acquisiti a prezzo scontato ( i titoli azionari scontati ) non mi curo tanto dei sali e scendi mensili perché non ho intenzione di vendere l’ immobile. Quello che conta e’ che tutti i mesi mi arrivino gli affitti ( cash flow generato). Il mercato nel breve e’ imprevedibile. Il Cash flow invece e’ reale, controllabile e prevedibile ogni  santo mese!

Voi cosa ne dite? E’ una strada da percorrere? Se qualche esperto di opzioni covered ha dei consigli da dare, scrivete pure le vostre esperienze! Sono a beneficio di tutti!

A presto!

 

 

(Visited 2,949 times, 1 visits today)

15 Comments
  1. Emanuele
    • partitodazero
  2. Mose'
    • partitodazero
  3. Mose
    • partitodazero
  4. Mose
  5. Massimo
    • partitodazero
      • Massimo
  6. Dario
    • partitodazero
  7. Giuliano
  8. riccardo
    • partitodazero

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *