PERCHE’ AVERE UN METODO PAGA

MetodoVoglio tornare ancora un attimo sull’ argomento della strategia e del metodo, quando si investe in borsa. Come ho detto  la vera importanza di avere un metodo, oltre a cercare di generare profitto, e’ che il metodo ci deve dare sicurezza. Quando la’ fuori c’e’ burrasca ed il mercato balla parecchio, Il metodo, la  strategia o trading system che dir si voglia, ha l’ assoluto compito di rassicurare e calmarci. Pensate per un attimo a quando saliamo su un aereo. Sappiamo bene che saremo sospesi nel vuoto per diverse ore. Sappiamo che siamo completamente nelle mani di altri: il pilota, la torre di controllo, i meteorologi, gli ingegneri che hanno progettato l’ aereo, i tecnici che lo ispezionano tutti i giorni…Non ci pensiamo sempre, ma inconsciamente e’ così. Se arriva una turbolenza non e’ che smettiamo di fidarci, ci vengono pensieri e dubbi, ma alla fine ci dobbiamo solo fidare oppure  non saliamo sull’ aereo e non viaggiamo.  Ecco, il metodo in borsa, rappresenta in un’ altra forma  la fiducia che ci fa andare avanti. Per costruire questa fiducia ci vogliono delle prove e delle verifiche. Quando si sceglie un’ approccio che sia quello che ti pare, e parlo sia di day trading, che di swing trading, che di comprare e non vendere mai, del turtles trading etc. non importa. Se ti senti confidente in quel metodo starai in strada anche durante le curve più a gomito. Se non sei confidente o continui a mettere in discussione il tuo metodo vuol dire che non ci credi tu per primo e quindi alla prima turbolenza salti dall’aereo ( spero col paracadute!)

Non ci vogliono dieci minuti, neanche una settimana o un mese. Il processo di guadagnare confidenza in un metodo ha molto a che fare con il proprio carattere e con il conoscersi bene. Più’ siamo onesti con noi stessi più in fretta modelliamo un approccio sostenibile.

Quando ho cominciato nel 2009 penso di essere stato l’ unico che con un mercato che ha fatto il  + 35% e’ riuscito a perdere il 20%. Mi sentivo un idiota. Per fortuna parlavamo solo di qualche centinaio di euro. Dopo avere letto tanto e provato sulla pelle diversi metodi e strategie ho notato che inconsciamente la mia mente era tranquilla e serena solo in determinate situazioni. Tendevo naturalmente a cercare un tipo di azioni con caratteristiche che mi facessero pensare che anche se il prezzo scendesse di un 10% 20% non cambiavo idea, perché avevo preso una prospettiva diversa. In sostanza tendevo a scegliere quegli “aerei” che avevano personale di altissimo livello, i migliori ingegneri e piloti che ci fossero in circolazione, e che non avessero mai avuto incidenti. Allo stesso tempo ho scritto su un foglio le mie paure e cosa non mi rendesse convinto di  quello che facevo. Partendo da li ho capito che dovevo avere prove e simulare i miei pensieri e verificare come  negli ultimi 10 anni si sarebbe comportato il mio portafoglio basato su le mie teorie. Sottolineo le mie teorie. Perché? Molto semplicemente perché quando qualcosa nasce da te, dai tuoi ragionamenti, dal tuo modo di pensare, e’ di sicuro su una frequenza completamente in sintonia con il tuo carattere. Diventi  automaticamente più convinto. Ci credi con tutto te stesso.

Non dico che tutto cio’ che ho pensato ha dato buoni frutti. Anzi. Credo di aver fatto back testing su almeno sei diversi trading system ( insieme di regole). Pensavo di avere grandi idee poi quando vedevo che nella simulazione avrei perso 40% in 10 anni anziché guadagnare capivo che era un buco nell’ acqua.  Finche’ con mia grande gioia l’ approccio descritto precedentemente ( quello che ho chiamato metodo PVR) ha cementato in me  le fondamenta della confidenza.

Screen Shot 2014-11-19 at 11.36.55

 

yearly performance PVR vs S&P500

Al di la’ dei risultati notevoli in uno dei decenni più brutti della storia della borsa, ho potuto vedere dove fosse il fondo nel mio metodo. Toccare lo scenario più terribile.  Ho visto che per fare più’ del 900% di ritorni ( in dieci anni) devo seguire il mio metodo anche quando ci sono crolli del 35%. E credetemi ce ne saranno ancora! Ci ho riflettuto a fondo e penso che per il mio carattere ed il mio temperamento questo sia  fattibile. Per battere il mercato sul lungo termine bisogna anche avere anni a muso duro. Ma se si ha la forza di stare con le proprie idee e convinzioni allora  questo viaggio  si può fare!

In pochi conoscono l’eminenza grigia che sta alla destra di Warren Buffett, Charles Munger. Adoro il suo carattere  diretto, spigoloso a volte ruvido. Dice all’ inizio di questa intervista:

” se non si ha lo stomaco di vedere il proprio capitale contrarsi del 50% allora si e’ destinati a risultati mediocri rispetto a chi ha il temperamento di resistere alla tentazione di vendere e riesce ad essere più  filosofico verso queste fluttuazioni fisiologiche”

Intervista con Charles Munger

A presto!

(Visited 851 times, 1 visits today)

6 Comments
  1. stefano capoccia
    • partitodazero
  2. stefano capoccia
    • partitodazero
  3. stefano capoccia
    • partitodazero

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Translate »