LETTERA AD UN GIOVANE CHE VUOLE INVESTIRE

SignatureOggi voglio riportare una lettera  scambiata tra me ed un ragazzo di 23 anni che si affaccia al mondo della borsa per la prima volta con tutto quello che ne consegue. Ricevo diverse richieste di consigli da chi vuol cominciare con il medesimo entusiasmo ed e’ difficile per me rispondere a tutti, anche se vorrei ascoltare ed aiutare uno per uno ogni lettore di questo “partitodazero”. Pubblico quindi questa lettera perche’ spero possa essere di riflessione e spunto anche per chi ha gia qualche anno di esperienza. Ogni tanto fermarsi e prendere distanza dal frenetico mondo degli investimenti fa bene a tutti! Buona lettura

“Ciao Francesco, ti ringrazio per esser stato così veloce a rispondere; è un vero piacere conoscerti !
A dirla tutta ho trovato il tuo blog per caso ed è stata una vera fortuna perché rispecchia la mia volontà di fare, ho tantissime idee ma non trovo o non mi sembra di trovare mai quella giusta.
Come te anch’ io provengo da una famiglia modesta che può considerarsi tale grazie al sudore e alla fatica dei miei genitori; quello che voglio è dare il massimo e dimostrare le mie potenzialità.
Avendo ancora 23 anni e frequentando ancora l’ università non ho tanto tempo a disposizione ma con calma sto leggendo tutti i tuoi post; dovrei iniziare quelli di gennaio ma mi accorgo che devo implementare il tutto con delle letture forse più tecniche.
Al riguardo volevo sapere se le letture che hai postato vanno bene per iniziare ? E se si essendoci tu già passato vorrei poterti chiedere ulteriori consigli in futuro sempre se è possibile. Sento che questa è la mia strada e che ci metterò il cuore e l’ anima se decido di iniziare questo cammino. Sento un intensa voglia di realizzarmi in qualcosa e quello che scrivi rende tutto più concreto.
Purtroppo il denaro che ho non è tantissimo e ciò limita in maniera smisurata le mie idee, tuttavia ho anch’ io un obiettivo ed essendo questo il tempo che ho a disposizione me lo devo fare bastare e darmi da fare più che posso. Sento molte persone che sostengono che investire sia solo una perdita di tempo e che tutto sia una truffa e questo mi scoraggia un po’ come l’ eventualità di perdere tutti i risparmi; non voglio diventare ricco ma voglio avere almeno la possibilità di fare determinate cose in questa sola vita che abbiamo.

Saluti XXXXXXXXX

Ciao,
mi sembri me quando avevo 23 anni! Mi ero gia’ lanciato in mille cose ed avevo una voglia di fare enorme. Quella per fortuna c’e’ sempre anche a 38 anni, ma la cosa piu’ importante che ho imparato e’ a lavorare molto meno e a far lavorare il denaro per me in modo responsabile. Questo e’ il trucco.
Ci sono un milione di cose che ti vorrei dire per aiutarti, perche’ a differenza tua io non ho mai avuto una guida ed ho fatto i miei sbagli pagandoli salati. Ecco il motivo per cui scrivo il blog, almeno altre persone possono leggere cosa funziona e cosa no, sulla mia pelle, poi ognuno e’ libero di trovare la sua strada. Non sono un esperto, non sono un consulente, ma di sicuro ho una piccola esperienza personale che mi sento fiero di condividere.
Le persone che ti dicono che investire e’ una perdita di tempo sono quelle che non riescono a fare soldi nei mercati, un po’ come la storia della volpe e l’ uva. In realta’ e’ semplice, ma non e’ facile. Fai una pausa…Rileggi… E’ semplice, ma non e’ facile…. E’ semplice perche’ devi solo comprare ad un prezzo e vendere ad uno piu’ alto. Non e’ facile perche’ quando vedi che il prezzo scende,  allora il tuo istinto ti dice di vendere. Li e’ dove la maggioranza della gente e’ debole e perde il controllo e vende in perdita.

Quello che serve per operare nei mercati sono alcune regole basilari. So che per adesso non capirai il senso di tutto ma tieni queste parole con te lungo la strada:

Non c’e’ un metodo universale che funziona con tutti. C’e il TUO metodo. Prima di trovare la mia andatura ho provato analisi tecnica, day trading, indicatori assurdi, analisi fondamentale, e molto piu’. Ci sono migliaia di approcci diversi e sai cosa? C’e’ qualcuno che guadgana soldi in ciascuno di questi metodi perche’ collima con il suo temperamento. Quello che conta negli investimenti e’ fare soldi. Si fanno soldi quando sei sereno e credi in quello che stai facendo e ti attieni con costanza a qualunque filosofia.
Non devi perdere soldi. So che sembra banale, ma io mi sono fatto fregare per troppo tempo dalla regola del ” taglia le perdite ” o “usa gli stop loss per proteggerti”. Queste regole sono per chi punta solo al capital gain e deve poi cercare di fare media con i profitti. Risulatato compri e vendi troppo spesso. Intanto devi metterti bene in testa una cosa: tu non perdi soldi finche’ non vendi. Se vendi ad un prezzo piu’ basso di quello che hai comprato allora hai perso denaro. Per davvero. Pensa come ad un immobile: quando la gente ha una casa ed i prezzi scendono perche’ il mercato e’ stagnante o depresso mica stanno perdendo soldi. Le case come le azioni sono asset identici. Solo tu decidi quando vendere ed e’ solo in quel momento che perdi o guadagni. Anche le azioni di Warren Buffett sono crollate del 50% per almeno 3 volte durante le varie crisi in cui e’ passato nei suoi 50 anni di onorata carriera. Guarda caso pero’ lui non perde soldi. Perche’ vende solo quando e’ a guadagno. Per farlo ci vuole pazienza, non tempismo.
Assumi aspettative realistiche: dimenticati dei falsi miti del diventare ricco in una settimana o sei mesi o un anno. NON ESISTE. Se riesci a far aumentare i tuo capitale del 10% all’ anno sei gia’ tra i migliori investitori in circolazione. Le big star della finanza viaggiano intorno al 20% all’ anno. Sono una manciata nel mondo! L’ altro fattore e’ il tempo. Ragiona in termini di anni non di mesi. Non aver paura se il prezzo di un azione scende del 20% o 30%. Guarda come si e’ comportato quel titolo nei 10 anni passati e vedrai che e’ sceso decine di volte per poi risalire sempre piu’ in alto. Se non e’ cosi’ lascia perdere quel titolo! Negli anni nessun investimento e’ meglio della borsa. Il problema del 90 % della gente e’ la pazienza. Io ho un portafoglio in cui ci sono titoli a profitto e titoli in perdita come chiunque. La scelta vera e’ solo una: se proprio voglio vendere vendo solo i titoli in attivo.
Focalizzati sul cash flow: trova il modo di vedere che il tuo conto aumenta tutti mesi e smetterai di preoccuparti di come si muove il mercato. Quando impari a gestire un flusso di cassa generato dai dividendi pagati dalle azioni che possiedi sommati ai premi delle opzioni che vendi, allora vedrai che le fluttuazioni del tuo portafoglio non ti preoccuperanno piu’ minimamente. Sarai solo piu’ felice di comprare piu’ azioni quando i prezzi scendono perche’ piu’ ne riuscirai a possedere piu’ aumentera’ il tuo cash flow. Con il cash flow un giorno ci farai la spesa al supermercato. Naturalmente per arrivare a questo punto devi studiare un po’ e fare pratica.
Crea un piano e seguilo: decidi un piano al contrario. Non partire decidendo che tra 3 anni avrai un milione sul conto. E’ pura fustrazione. Parti invece decidendo quanto realisticamente puoi accantonare per comprare titoli ogni mese, cascasse il mondo. Fallo costantemente senza saltare un mese. Poi dimenticane. Il tuo problema pricipale deve essere solo quello di quali azioni o asset produttivi devi comprare di mese in mese col nuovo contante e sommato ai dividendi. All’ inizio accumula almeno 1000 o 2000 euro poi inizia ad investire avidamente. Cosi facendo ti sveglierai un giorno a 35/40 anni e non dovrai piu’ pensare ad andare a lavorare. Io ho cominciato a 33 anni e sono dove sono. Figurati tu cosa puoi fare cominciando adesso! Hai gia’ il piu’ grande vantaggio di tutti: il tempo.
Pensa al tuo portafoglio come un condominio: pensa che vuoi comprare una bella palazzina con 15/20 appartamenti e vuoi che ogni inquilino ti paghi un affitto tutti i mesi. Cercherai solo gente affidabile che ha la fama di aver pagato sempre negli ultimi 20/30 anni. Di tanto in tanto se vedi che qualcuno ti offre il 25-40% in piu’ rispetto al prezzo che tu hai pagato un appartamento puoi decidere di venderlo e ricomprarne uno nuovo  a buon mercato . Altrimenti lascia solo che gli aumenti degli affiti accrescano le tue entrate di anno in anno. Con i soldi degli affitti comprerai nuovi appartementi e cosi’ via. In borsa e’ uguale: la tua palazzina e’ il portafoglio, gli affitti sono i dividendi ed il cash flow, mentre gli inquilini sono le societa’ ad alta qualita’.
Pazienza e Disciplina: sono le due parole piu’ importanti che devi sempre tenere a mente. Pazienza perche’ se credi in una societa’ su cui stai investendo e nel suo modello di business, non e’ detto che il mercato e gli altri investitori la pensino come te. Pero’ e’ spesso in queste circostanze che si fanno gli affari migliori quando la massa svende. A volte ci vuole tempo prima che i numeri ti diano ragione: parlo di diversi mesi a volte anche due anni. Disciplina perche’ devi cercare di attenerti ad un metodo di scelta di titoli che ti dia confidenza e fiducia. Dopo che hai comprato la vera disciplina e’ solo nel come venderai e se venderai. Li materializzerai i risultati delle tue scelte. Non e’ il mercato a farlo.

So che avrai mille domande pratiche, ma tante di quelle risposte esistono in rete e nei libri. La selezione di testi sul blog e’ gia’ una validissima base di partenza. Quelle risposte che invece contano non le sa nessuno perche’ tu sei un investitore unico con il tuo carattere e le tue attitudini ed inclinazioni. Non perdere troppo tempo a cercare il metodo prefetto. Non c’e’. Quello che conta in assoluto di piu’ e’ trovare te stesso ed essere in armonia nel tuo viaggio di investitore.
Sei il benvenuto a scrivermi di tanto in tanto se ti serve un consiglio e se sono in grado di dartelo, ma uno su tutti e’ quello di cominciare da subito perche’ hai “solo” 70 anni di carriera davanti a te!!!

Ti ringrazio per seguirmi. Se ti piace quello che scrivo sul blog ti chiedo solo un piccolo favore: condividilo. E’ il solo modo per me di continuare a scrivere ed aiutare piu’ persone!

A presto”

Buon Fine settimana a tutti!

(Visited 860 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *