Il tempo e’ denaro

il tempo e' denaroSiamo in chiusura di mese e lo sguardo va direttamente all’ operativita’ dei prossimi 30 giorni. I piu’ belli dell’ anno! Non solo perche’ arrivano le feste, Natale e le ferie, capodanno…anche per quello di sicuro, ma perche’ dicembre e’ storicamente uno dei mesi migliori per performance nei mercati azionari. Non ho mai veramente capito il perche’ come del resto non so perche’ settembre e’ uno dei mesi peggiori…Ma poco m’ importa. Quello che invece conta e’ come si e’ posizionati nei confronti della borsa…in fondo si puo’ guadagnare in tutte le circostanze anche quando i mercati scendono. Tutto dipende da che lato si ci si e’ messi!

Prima di parlare di opzioni per dicembre volevo solo tornare un ‘ attimo indietro all’ inizio di novembre al post ” come vendere opzioni put a Novembre”  in cui descrvivo i miei pensieri in relazione al mese appena passato e quindi fare un bilancio veloce. Raccontavo come il mese di novembre, sulla base di 64 anni di storico, nel 93.75% dei casi non avesse mai avuto un anno piu’ negativo del -6,35%. Dicevo quindi che in un trade simulato avrei dovuto vendere una put a scadenza 8 settimane al 7% ( quindi ancora piu’ in sicurezza del 6.35%) sotto il livello a cui si trovavava l’ S&P500 in quel momento cioe’ a quota 2017.18. Era il 27 di ottobre ed avrei potuto vendere una put con uno strike a 1875 ( il 7% sotto 2017.18) ed incassare un premio di 9$ per 100 ( un contratto vale 100 sottostanti) ovvero 900$. Tutto impegnando 12626$ con  un ritorno teorico del 7.1% su 51 giorni di durata del contratto ( che scadra’ il 17 dicembre). Guardiamo oggi la stessa opzione cosa vale:

Al momento che scrivo questa opzione put e’ quotata tra 1.15$  e 1.35 $. Avendola venduta a 9 $ in questo momento se la ricomprassi chiudendo l’ operazione a 1.35$ mi terrei l’ 85% del premio e potrei passare a vendere la prossima opzione. In soldoni avrei guadagnato in questa operazione esattamente 765 $ ( meno qualche dollaro di commissioni) in praticamente un mese. Questo e’ un  6% pulito sul capitale impegnato di 12626$ che il mio broker richiede di mantenere disponibile sul conto. Naturalmente avrei potuto anche aspettare la scadenza il 17 Dicembre e lasciare che l’ opzione arrivasse a valore zero ed avrei conservato tutto il premio di 900$. Ma probailmente avrei guadagnato ancora di piu’ vendendo una nuova opzione.

Questo era giusto per dare un seguito a quanto detto un mese fa. Per la cronaca oggi l’ S&P 500 e’ a 2090  punti ovvero il 3.6% piu’ alto del 27 ottobre. Ricordo anche che nel frattempo c’e’ stato il piu’ brutto attentato terroristico che la Francia abbia mai visto in 70 anni, che  stanno bombardando la Siria e che la Turchia ha abbattuto un aereo russo….

Ora giriamo pagina e parliamo di dicembre. Qui la situazione e’ ancora migliore rispetto a  novembre . Con lo stesso approccio del mese scorso vado a vedere cosa mi dice la storia riguardo a come si e’ comportato  l’S&P500 durante questo mese.  Andando a prelevare i numeri degli ultimi 64 anni, isolo il mese di interesse sempre prelevando i numeri che gentilmente ci mette a disposizione moneychimp.com ed ecco che posso capire di che pasta e’ fatto dicembre:

moneychimp

Prima considerazione: su 64 anni ben 49 volte questo mese si e’ chiuso in territorio positivo e 16 volte in negativo con una media di ritono del 1.59%.  Un mese di sicuro tra i migliori dell’ anno.  Io naturalmente che sono un pessimista e vado a cercare tra gli anni negativi ( quei pochi) per vedere quanto brutti sono stati e voglio individuare la prima e la seconda deviazione standard media per sapere come posizionarmi.  Vi risparmio la fatica e nell tabella riassumo lo scenario pessimista, delle annate negative ( passatemi il gioco di parole!!)

annate negative a dicembre

Interessante…Su 64 anni a dicembre l’ S&P500 e’ sceso solo due volte oltre il 4%  ( seconda deviazione standard! doppia media negativa), mentre 7 volte oltre il 2% . Dunque per i miei parametri di probabilita’ di non essere assegnato,  scelgo di vendere un opzione put al 4% sotto il livello odierno dell’ indice definendo il mio strike. Se vendessi oggi, che l’ indice e’ a  2090 punti, il 4% sotto, vorrebbe dire 2006.4 punti.  Arrotondo per difetto allo strike vicino piu’ basso che e’  a 2005. Questo diventa il mio strike di riferimento. Decido questa volta di vendere a 30 giorni avanti e quindi a fine dicembre, scadenza 31 dicembre per l’ esattezza. La catena delle opzioni si presenta cosi’:

Scegliendo di stare sullo strike 2005 ( quindi oltre il 4% sotto il mercato ad oggi) e vendendo al bid di 12.30$ starei incassando un premio di 1230$ ( per un’ opzione) impegnando un capitale di circa 20050$ richiestomi dal mio broker. Il ritorno teorico e’ quindi del 6.13% su base mensile ( o oltre 73% annualizzato). Se l’ opzione scadra’ senza valore il 31/12 avro’ concretizzato e mantenuto questo guadagno.

Questa e’ la descrizione di un trade teorico di vendita di un’ opzione PUT con l’ indice S&P500 come sottostante durante il mese che sta per cominciare.  Questi sono i ragionamenti che faccio io personalmente e nulla di piu’ complicato. A questo bisogna sempre aggiungere una dose di controllo e monitoraggio non che’ seguire delle precise regole di uscita tra cui sapere che bisogna ricomprare l’ opzione in caso il mercato parta a scendere nella direzione sbagliata. Come regola base non voglio perdere mai quanto guadagnato quindi se vedo che ricomprarmi  l’ opzione mi costa piu’ di quello che ho incassato, io drizzo le antenne e valuto la situazione. Allo stesso modo ogni giorno che passa,  il tempo erode il valore dell’ opzione a mio vantaggio specialmente dopo le prime due settimane,  lo fa in maniera violenta. Questa e’ la bellezza delle opzioni quando si ha un alleato come il tempo.  Questo e’ quello che per me vuol dire ” il tempo e’ denaro”! 

Personalmente per il mese di Dicembre mi sono gia posizionato ed ho venduto opzioni sempre con sottostante SPX seguendo questo schema mentale. Per la prima volta ho utilizzato anche un ETF come sottostante e nell’ esattezza SPY. I principi ed i ragionamenti non cambiano e ho mantenuto sempre uno strike sotto del 4% !

Buona settimana a tutti!

 

(Visited 1,801 times, 1 visits today)

34 Comments
  1. Michele
    • partitodazero
      • Michele
        • partitodazero
  2. Luca
    • partitodazero
  3. Emiliano
    • Emiliano
    • partitodazero
  4. marco
    • partitodazero
  5. Filippo
    • partitodazero
  6. Emanuele
    • partitodazero
  7. Giuliano
    • partitodazero
      • Giuliano
        • partitodazero
  8. Fabio
  9. vincenzo
    • partitodazero
      • Emiliano
        • partitodazero
  10. vincenzo
    • partitodazero
  11. Alessandro
    • partitodazero
  12. Denis
  13. Matteo
    • Matteo
    • partitodazero
  14. Paolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *