CASH FLOW RECORD PER GIUGNO

incassare cash flowIl tempo vola ed anche Luglio fa il suo ingresso in scena per questo 2015! E’ il momento di  fare il bilancio di quanto produttivi sono stati questi ultimi 30 giorni. Al di la’ di come si sono comportati i mercati quello che conta a fine partita e’ il quanto siamo stati capaci di portare a casa in contanti freschi. So che puo’ essere un argomento controverso. C’e’ chi dice che se il valore del tuo portafoglio e’ sceso allora hai perso denaro. Se invece il valore di questo e’ aumentato allora si sono guadagnati soldi. Io sono di un’ altra scuola e non sono pienamente d’ accordo con questa visione. E’ vero che virtualmente il valore fluttua su e giu’ ogni giorno, settimana o mese, ma e’ il realizzato alla vendita che determina la verita’ dei fatti. Quello che penso io e’ che per dire che si ha guadagnato o perso valore, io devo vedere il cash reale sul mio conto. Se non si monetizza,  e’ solo teorico sia nel bene che nel male. Questo  conduce  automaticamente al fatto che  il valore vero che produciamo in nuovo contante e’  quello che determina il grado di successo del nostro operato. Alias, e’ il cash flow che determina se domani potrete vivere di rendita. Se non la vedete cosi’ provate a pensare come sarebbe la vostra vita con un investimento fatto in oro o in una commodity o in arte: virtualmente potete accumulare quanto vi pare, ma fino a che non vendete a qualcuno disposto a pagare di piu’ di quello che avete speso voi, non avrete il contante necessario per pagarvi le bollette e da mangiare. Questa e’  la sottile differenza per cui metto molto piu’ peso nel possedere asset per cosi’ dire P R O D U T T I V I  rispetto ad asset puramente di speculazione. Possono essere azioni, una proprieta’, un campo da coltivare, o delle royalty, una societa’…. ma questi asset devono produrmi nuovo denaro senza che non debba fare nulla di piu’. Per “nulla di piu'” intendo anche il non dover  vendere per monetizzare.
Detto questo veniamo al cash flow liberato (o prodotto)  durante Giugno. Ho anticipato nell’ ultimo post sui dividendi che e’ stato un mese molto particolare in cui sono stati segnati diversi record.  Intanto comincio dicendo che i due obbietivi maestri sono stati archiviati: produrre denaro in eccesso tutti i mesi e produrre cash flow crescente rispetto al mese precedente. Sono i due piccoli segreti per tenere la nave nella traiettoria giusta. Sono le due regole al quale cerco di attenermi perche’ so che cosi facendo sto progredendo sempre in avanti. Il grafico mostra chiaramente la situazione mensile meglio di mille parole:

Cash Flow Giugno

In un mese in cui i mercati hanno corretto nervosamente, in cui la volatilita’ e’ schizzata alle stelle ed in un mese che si e’ chiuso nella piu’ completa incertezza, ecco come il cash flow rimane forte come un faro nel mare in tempesta. Calma i nervi ed e’ la conferma che non c’e’ bisogno di mettere nulla in discussione. Solo proseguire con la stessa strategia paga.

Il totale generato questo mese e’ stato il piu’ alto non solo del 2015 ma credo di sempre. Non ricordo un mese negli anni passati in cui siamo riusciti a genrare tanta liquidita’ come questa volta. La cifra record e’ stata di 6733 $ !! 

Come sempre un risultao di successo non e’ mai frutto di casualita’ o fortuna ma nel mio mondo e’ il prodotto dell’ interesse composto di tante piccole azioni che  nel tempo sfociano in risultati tangibili ed importanti.
I risparmi: una delle voci piu’ importanti di ogni mese. La fondamenta numero uno del costruirsi il capitale per gli investimenti. L’ abitudine chiave dei veri ricchi. Far avanzare sempre denaro da investire, non importa quanto, ma S E M P R E.  Non abbiamo ricevuto nessun bonus, non abbiamo cambiato nessun lavoro. Abbiamo solo cercato di alzare progressivamente la percentuale dei nostri stipendi che decidiamo di eliminare  dai nostri conti all’ inizio di ogni mese. Con la strategia del “ un solo piccolo gesto ”  decidiamo all’ inizio del mese che togliamo subito una percentuale che viene destinata agli investimenti. All’ inizio e non alla fine fa un enorme differenza!  Questo mese ho voluto alzare l’ asticella ed in totale siamo arrivati ad accantonare la cifra straordinaria di 3507 $ che sono andati ripartiti sul conto per gli investimenti in azioni a lungo termine, in parte sul conto per le speculazioni di breve termine ad alta leva,  ed una parte per lo sviluppo del software PVR in fase di rifinitura. Ci tengo a precisare che non facciamo una vita di stenti e rinunce per il resto del mese, ma bensi sappiamo cosa prioritare e come comprare in modo intelligente. In fondo non sarebbe saggio vivere solo per un domani senza sapersi godere il proprio oggi. Tutto e’ una questione di equilibrio.

I dividendi: come descritto in dettaglio nel post precedente e’ stato un mese in cui ben 4 titoli hanno pagato contemporaneamente i dividendi portandoci in cassa il piu’ alto numero del 2015 ovvero 557$ in un solo mese! Ancora una volta non e’ una coincidenza ma la somma di un’ abitudine importante: reinvestire ogni goccia di cash flow generato  in nuovi titoli. Piu’ azioni compriamo piu’ dividendi riceviamo. Piu’ a lungo termine teniamo i titoli piu’ i dividendi vanno aumentando. Non e’ difficile!

Affitto: come ogni mese con cadenza regolare e senza nessuna sorpresa abbiamo incassato l’ affitto del box per 361$. Il contratto continua ancora per diversi mesi al termine del quale decideremo sul da farsi. Per ora accumuliamo.

Opzioni: sotto questa voce forse c’e’ stata la sorpresa piu’ importante del mese, non che il secondo maggiore contributo. I premi ricevuti in queste ultime 4 settimane vendendo opzioni hanno toccato la cifra record di 2308$. Come ho fatto, e’ molto semplice. Ho applicato tutte le regole descritte nella strategia, alla sezione ” opzioni ” qui sul blog e per la prima volta ho usato le stesse regole anche alla vendita di opzioni put. Cosa vuol dire? In sostanza ho scelto tutte le azioni che ho gia’ in portafoglio e mi sono chiesto a che prezzo sarei felice di acquistarne ancora. Ho deciso che averne un centinaio in piu’ o duecento, per certi titoli sarebbe un ottimo investimento e cosi’ ho fissato un prezzo strike del 5 /7% sotto il prezzo attuale, in certi casi anche del 10%. Ho venduto l’ opzione put relativa a 30 giorni ed ho incassato i premi. Se alla fine del termine il prezzo e’ sopra a quello fissato allora mi tengo il premio e non sono obbligato ad acquistare nulla. Se e’ sotto mi porto a casa i titoli che volevo ad un prezzo scontato rispetto a quello che era solo 30 giorni fa. In piu’ ho in tascato i premi. L’ ho fatto per diversi azioni, sia vendendo call che put e cosi’ ho accumulato tanti premi pari a piu’ di 2300$ . Il tempo gioca a mio favore perche’ per ogni giorno che passa l’ opzione perde valore.  Non male per trenta giorni di non lavoro!
Per le speculazioni e’ stata dura e con i sali e scendi dovuti alla volatilita’ dei mercati non ho potuto cogliere dei guadagni ( ma neanche perdite).  Quello che pero’ ho fatto in questi ultimi giorni  e’ stato posizionarmi lungo sull’ indice svedese OMX30 con i certificati bull in leva 15. Quest’ indice e’ sceso del 10% dai massimi dell’ anno ( oltre la mia regola del 5% di ritracciamento) e quindi rappresenta un fantastico punto di entrata. Sto quindi speculando su un rimbalzo dell’ OMX30 nelle prossime settimane. Sinceramente penso che tra qualche giorno dopo il referendum in Grecia, arriveranno gli aiuti ed i mercati europei riprenderanno la corsa. Quello che in piu’ mi fa scommettere sulla Svezia e’ il fatto che i tassi d’ interesse sono stati tagliati ulteriormente a -0.35% giusto oggi. Questo da solo e’ un motivo per cui il mercato Svedese dovrebbe decollare nel giro di poco tempo.

Staremo a vedere. Per adesso mi godo la vittoria di Giugno e volto pagina cercando di tenere la stessa traiettoria su Luglio. Piccoli passi, uno dopo l’ altro fanno fare tanta strada!

A chi e’ in partenza auguro buone vacanze, e a tutti gli altri buon lavoro!

A presto

 

 

(Visited 724 times, 1 visits today)

17 Comments
  1. pierpaolo
    • partitodazero
  2. Francesco
    • partitodazero
  3. Francesco
  4. Roberto
    • partitodazero
  5. Roberto
  6. Praya
    • partitodazero
  7. antonio
    • partitodazero
  8. Carmelo
    • partitodazero
      • Carmelo
        • partitodazero
    • partitodazero

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *