CASH FLOW FEBBRAIO 2015

focus sui risultatiBene! Ci siamo ancora una volta! La partita del mese di febbraio si e’ chiusa. L’ arena dei mercati si e’ svuotata con tutti i suoi giocatori che anno lasciato il campo di battaglia. Tempo di guardare il tabellone per sapere che progressi si sono fatti in questi ultimi 28 giorni di Febbraio. Come anticipato e scritto precedentemente e’ stato un mese anomalo per il numero di movimenti ed azioni prese. Non mi piace essere cosi’ attivo perche’ la mia metodologia e’ tarata su uno stile di vita rilassato e costante. Il contrario di  impulsivo.  L’ operazione piu’ faticosa emotivamente e’ stata quella di dover vendere parecchie posizioni ( tutte a profitto eccetto una in lieve perdita ). Detesto vendere asset. E’ Stato necessario farlo per ricoprire le posizioni in margine ( quindi ripagare il prestito al mio broker) per poi liberare quella liquidita’ necessaria per pagare tasse ed investire in una societa’ completamente nuova non quotata in borsa. Ma di questo ultimo progetto parlero’ piu’ in dettaglio durante i prossimi giorni. Comuque conclusa questa rotazione di capitale ho ripreso posizioni nuove sui mercati e ricomposto le fila delle mie azioni aggiungendo alcuni nomi nuovi. Veniamo quindi al dunque e vediamo, come  sempre, se anche il mese piu’ corto dell’ anno e’ stato un passo avanti verso l’ obbiettivo dell’ indipendenza finanziaria.  Ricordo che la strada verso la ricchezza ha due tipi di “velocita'”:

  1. Ogni mese devo produrre capitale in eccesso ai miei costi da poter investire
  2. Questo capitale deve essere possibilmente in crescita

Se riesco ad essere costante nel seguire queste due regole arrivero’ di certo al milione di dollari. Riporto di seguito il grafico che riassume il cash flow del mese appena concluso:

Cash Flow generato su Febbraio 4174.12 $

Di sicuro in apparenza un buon mese. 4000$ e passa di nuovo capitale devono essere presi come un fatto positivo, eppure….Eppure devo essere sincero che non sono molto contento per come sono andate le cose questo mese. Non e’ arroganza, ne presunzione. Vi spiego il motivo voce per voce:

DIVIDENDI: contributo del mese 189.12 $ . Come spiegato in dettaglio, il contributo dei dividendi, secondo i miei obbiettivi 2015 dovrebbe viaggiare al di sopra dei 600$ al mese e di conseguenza fa si che Febbraio non sia stato un mese brillante sotto questo punto di vista. Complice i pochi giorni del mese. Comunque questa voce per me resta non soddisfacente.

RISPARMI:  versati la bellezza di 3000 $. … Sono troppi ! Mi spiego meglio. Va bene versare e risparmiare piu’ che si puo’ ogni mese, non lo metto in dubbio. E’ l’ ABC del diventare ricco. Quello che pero’ non mi va bene,  e’ che in un mondo perfetto questa voce dovrebbe cominciare gradualmente a scendere a favore di una crescita di tutte le altre fonti di reddito. Il mio obbiettivo e’ diventare finanziariamente indipendente, cioe’ di arrivare a quel punto in cui io e mia moglie non dobbiamo lavorare piu’, ma le nostre rendite passive ci sostengono per sempre. Giustamente per arrivare li si devono fare investimenti ed ecco perche’ investiamo i risparmi con cadenza mensile, per far si che la ruota giri  arrivando poi ad autoalimentarsi da sola.  Il punto e’ che si deve vivere bene anche il viaggio verso quel giorno ( perche’ la vita e’ una sola! ). Risparmiare tanto vuol dire a volte negarsi qualcosa. Qualche cena in meno, o qualche momento insieme con la famiglia, piuttosto che un qualcosa che dia un appagamento momentaneo. Febbraio e’ stato un mese abbastanza noioso sotto questo punto di vista ( Io e mia moglie siamo stati lontani quasi due settimane l’ uno dall’ altro) e questo ha fatto si che si e’ speso molto meno per noi e la nostra qualita’ di vita.  Quindi 1 – 0 per i risparmi. Positivo che si sia risparmiato di piu’, negativo che si sia vissuto meno il nostro oggi…Lo so forse sono un po filosofico, ma non sono fatto solo di numeri!

AFFITTI: ricevuti 361$ come sempre. Tutto procede regolarmente senza nessuna vriazione di tema. Rendita stabile come un metronomo.

SPECULAZIONI: versati 600$. Questo contributo e’ quello che e’ stato generato durante il mese di gennaio e depositato sul mese di febbraio. Qui voglio aprire una breve parentesi.  Per chi non lo sapesse per speculazioni intendo operazioni ad alto margine di rischio e ad alto leverage. Sono operazioni in cui da un piccolo conto di circa 28000 corone svedesi ( circa 3350$) compro o vendo certificati BULL o BEAR x15 ( leva a15 volte il capitale). In gennaio ho chiuso in bellezza un operazione generando un ritorno da 57% speculando sul rialzo dell’ indice OMX30 ( borsa svedese)in poche settimane. E’ andata bene e dovrei essere contento.  Devo ammettere pero’ che ho fatto un errore grosso. Pensando che l’indice dopo una corsa in su del 5 o 6% avrebbe ricorretto sono uscito chiudendo la posizione. Niente di sbagliato fin qui, non ho perso soldi. Il punto e’ che durante tutto febbraio la borsa svedese ha continuato a correre segnando un rialzo importante del 15.46% da inizio anno. Cosa vuol dire? Che mi sono perso uno stratosferico 420% di ritorno aggiuntivo oltre al precedente 57%. Tradotto in moneta se non avessi venduto i miei 3350$ sarebbero oggi 17420$. Non vi nascondo che mi sto ancora mangiando le mani. Per fortuna occasioni del genere ritornano ogni mese. Comunque fatto sta che su Febbraio non sono stato capace di cogliere questo treno e quindi non ho avuto nuove rendite da speculazioni da depositare per fine mese. Con un bell’ amaro in bocca mi siedo ed aspetto come un leopardo la prossima correzione.

OPZIONI: capitale generato 24$. All’ apparenza una cifra veramente modesta, lo so. Di sicuro tutto fa brodo, ma non e’ niente a confronto del guadagno del mese precedente da 1297$. Per chi non mi segue da un po’,  le opzioni sono un terreno totalmente nuovo per me,  in cui sto anch’io imparando a gestire la strategia muovendo i primi passi. Com’e’ stato possibile quindi, questa enorme differenza tra un mese e l’ altro? Ve lo spiego subito. Vendendo opzioni coperte mediamente a 4 settimane dalla scadenza mi impegno a vendere ad un prezzo piu’ alto di quello attuale le azioni che possiedo in portafoglio. La mia intenzione non e’ arrivare al punto di venderle , per via della mia strategia di lungo termine, quindi scelgo un prezzo ( detto strike) piu’ alto che non sara’ facile da raggiungere in 4 settimane. Anzi deve essere improbabile. Questo modo di vendere si chiama OUT OF THE MONEY. Quindi se un azione e’ ad oggi al prezzo di 50$,  io vendo un opzione con uno strike price di 55$ ( ben 10% piu’ alto) ed incambio ricevo un premio ( che e’ il mio “affitto” sull’ azione). Se al termine delle 4 settimane il prezzo reale e’ sotto i 55$ a cui mi sono impegnato a vendere le mie azioni, il contratto decade ed io mi tengo azioni e premi. Cosi’ e’ stato a Gennaio. Febbraio invece, come detto e’ stato un mese straordinario sotto tutti i punti di vista. Cosa’ e’ successo quindi? In pratica il mio portafoglio e’ esploso in positivo. Molte delle azioni su cui avevo aperto opzioni sono letteralmente saltate oltre il livello che mi ero posto come strike. Questa di per se e’ una fantastica notizia, perche’ il valore dei mio portafoglio e’ salito facendomi guadagnare in valore teorico. Naturalmente ho dovuto gestire la situazione con le opzioni seguendo un piano di uscita (un  exit plan) ben preciso per non vedermi chiamate le azioni sottostanti. Ricordate che  il mio obiettivo era non vendere le mie azioni ma tenerle per un anno e generare flusso di cassa dalla vendita di opzioni. Esistono diverse azioni da fare come Roll over, Roll up, o il semplice non fare nulla e lasciare che l’ opzione vada assegnata ( se ritengo che e’ il momento di venderle). Dedichero’ qualche post all’ argomento per approfondire diverse le strategie di uscita. Fatto sta che ho dovuto ricomprare diverse opzioni e rivenderle sul mese successivo ad un nuovo strike price. Non ho perso soldi, che e’ la cosa piu’ importante ed ho imparato che devo tenere dei margini diversi per evitare che anche le sorprese positive possano avere un impatto negativo. In questo caso se sommo le opzioni al rialzo del valor del portafoglio ho avuto un ottimo mese anche se non ho genrato cash flow consistente dalle opzioni da sole.

A quanto descritto sopra devo aggiungere che sto lavorando per creare una nuova forma di rendita tramite una nuova societa’ su cui ho deciso di puntare fuori dai mercati. L’ idea e’ di lanciarla durante Aprile con la speranza di vedere della liquidita’ passiva uscirne entro l’autunno. Vedremo come andranno le cose. Appena sara’ una realta’ dedichero’ uno spazio per raccontare in dettaglio come mi sono mosso.

Conclusione:  non voglio dire che Febbraio sia stato un cattivo mese. Non voglio neanche mancare di rispetto a chi ha avuto caso mai un duro mese ed e’ riuscito a risparmiare poco o niente.  La cosa piu’ importante era di genrerare capitale e lo fatto! Purtroppo io sono il mio peggior capo. Non posso mentire a me stesso quando non raggiungo degli obiettivi verso i quali mi sono impegnato. In fondo la mia e’ una corsa solo con me stesso in cui se mai arrivero’ ad essere finanziariamente indipendente non ci sara’ nessuno a darmi una pacca sulla spalla e a dirmi bravo! Sara’ la sola e pura soddisfazione personale di avercela fatta. Cosi dovrebbe essere  per tutti.  Allo stesso modo devo essere duro con me stesso e chiedermi cosa posso fare meglio nei prossimi 30 giorni e su che aree devo lavorare con piu’ precisione e continuare ad imparare, leggendo e provando. Questa e’ la strada impolverata verso il successo!

Buona Marzo a tutti!

 

(Visited 218 times, 1 visits today)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *