Buone vacanze e bilancio di giugno!

Guadagnare in vacanzaGiugno e’ scivolato via, non proprio in silenzio, ne tantomeno tranquillo. Per me e’ stato forse il mese piu’ intenso dell’ anno fino ad oggi. Sono nel bel mezzo di un trasloco intercontinentale, tra tonnellate di burocrazia, carte, permessi, chiusure, aperture, tasse, residenze, passaporti, biglietti, prenotazioni…. Un cambio di vita completo…Poi ci si e’ aggiunta l’ Inghilterra e lo scherzo del referendum con il ridicolo yo yo che ha fatto  il mercato nel giro di una settimana. Siamo andati da un crollo a piombo che si e’ poi dissolto nel nulla di fatto, azzerando praticamente le perdite ( non su tutti i mercati ma quasi)nel giro di pochi giorni. Tutto sufficientemente  simpatico da farmi segnare delle perdite nell’ area delle opzioni. Paradosso dei mercati e’  stato il fatto che il rimbalzo sui titoli che ho in portafoglio ha fatto si che questo mese insolito alla fine dei conti si e’ chiuso praticamente inalterato! Alla faccia dell’ evento storico che vede gli UK staccarsi della EU. La resilienza dei mercati non finisce mai di stupirmi!

Andiamo quindi a riassumere questo mese partendo da come ho gestito le opzioni in questa settimana difficile quanto inusuale.  Sette giorni fa era il giorno dopo il referendum e mi trovavo ad aver venduto 5 opzioni con uno strike a 2020 con scadenza il 30 giugno secondo le mie regole di probabilita’. Indovinate un po’? Se non avessi fatto assolutamente nulla e non avessi guardato il mercato per una settimana oggi mi sarei tenuto 2900$ di premi come se nulla fosse successo. Naturalmente il mondo non e’ perfetto e col senno di poi e’ facile tirare inutili conclusioni. Il fatto e’ che Giovedi 23 il mercato si trovava a 2113 punti. Ora di Lunedi’ 27 e’ sceso a 1991 ed il 30/06 e’ tornato oltre i 2070 punti. In Italia ed in Europa la giostra e’ stata ancora  peggiore. Spero che siate riusciti a gestire la situazione al meglio.

Cosa ha significato quindi nella mia gestione questo sali e scendi? Molta operativita’ ed una bella perdita. Nello specifico seguendo le mie regole che mi impongono di non lasciare mai il mercato andare in the money ( cioe’ di raggiungere il mio strike) ho dovuto ricomprare le mie opzioni chiudendo le posizioni, per non rischiare disastri peggiori. Cosi’ ho ricomprato prima due opzioni il giorno del grande crollo ( venerdi’)  e poi ancora tre, durante lunedi’ dopo al momento che l’ indice S&P 500 ha toccato e passato il mio strike di 2020.  Nessuna discussione, nessun ripensamento, nessun cambio nel mio operato. La disciplina e’ quella che detta le regole. Perche’ e’ cosi’ importante? Perche’ questa volta mi ha beffato ed il mercato e’ tornato su velocemente, mentre in un anno come il 2008 in una situazione simile la discesa fu del 18% e poi del 9%. Non sappiamo mai come va a finire, quindi nel dubbio meglio apparire stupidi che rischiare di restare in mutande o perdere tutto il capitale.

Naturalmente nel momento che ho ricomprato le varie opzioni a prezzi diversi ( salati!) ho anche liberato capitale per nuove operazioni immediate di vendita ad uno strike piu’ basso ( quind piu’ sicuro) che ha generato nuovi premi che a loro volta hanno smorzato le perdite. Provo a ricapitolare le diverse operazioni effettuate in pochi giorni:

  • 23/06 vendute 5 opzioni strike 2020 scadenza 30/06 premio incassato 5.88 x5 x100= +2940$
  • 24/06 comprate 2 opzioni 2020 30/06 a 24$ x2 x 100 = – 4800$
  • 24/06 vendute 2 opzioni strike 1930 scadenza 30/06,  premio incassato 6.10 x2 x100= +1220$
  • 27/06 comprate 3 opzioni 2020 30/06 a 27.9$ x3 x 100 = -8370$
  • 27/06 vendute 3 opzioni strike 1945 30/06 premio incassato 7.3 x 3 x100= + 2190$
  • 29/06 ricomprate tutte 5 opzioni a 0.14$ = – 70$
  • 29/06 vendute 5 opzioni scadenza 06/07 strike 1970, premi incassati 1.6 x 5 x 100= +800$ 

Tirando le somme il bilancio e’ stato in una perdita complessiva di –6090$ ! 

Quello che voglio fare notare e’ che se avessi solo ricomprato le mie opzioni senza continuare ad agire direttamente con nuove vendite avrei incassato una perdita da oltre –10000$

Quindi sommando i profitti precedenti delle altre settimane del mese,  Giugno chiude i battenti a segno meno per quel che concerne le opzioni,  con una perdita complessiva di circa -4515$. Mettiamo tutto nella giusta prospettiva. Sono un bel pugno in un occhio ma non e’ la fine del mondo. Al momento del referendum il mio capitale investito nei mercati finanziari viaggiava intorno a 142000$, quindi averci lasciato 6000$ vuol dire aver perso circa un 4.2%. Certo era meglio guadagnarli, ma sono recuperabili velocemente.

Option return

La lezione piu’ importante tratta da questa  perdita e’ di evitare di fare operazioni nei giorni ad alta emotivita’ ed impatto come potevano essere questi del referendum. Ad ogni modo tutto riprende come al solito e nel giro di 4/5 settimane dovremmo aver riprese i livelli precedenti. Rimangono ancora circa 25 settimane di trading alla fine del 2016, molto si puo’ ancora estrarre dai mercati!

Adesso pero’ andiamo a vedere come il resto delle aree del cash flow hanno comunque generato un disavanzo positivo e quindi nuovo denaro che si accumula sui conti.  E’ da un po’ che non sottolineo i miei due compiti primari che ogni mese mi impegno nel cercare di portare a termine: sulla strada per la ricchezza non ci sono scorciatoie, bisogna sempre far avanzare piu’ denaro di quello che si guadagna e bisogna cercare di fare si che questo avanzo sia in crescita. Se ci si riesce allora state certi che e’ solo una questione di tempo, ma diventerete ricchi! Questa e’ la situazione di Giugno:

  • opzioni: – 4515$
  • risparmi:+5000$
  • affitti: 386$
  • dividendi: 140$
  • online: 140.95$
  • speculazioni: 180$

Totale: + 1331$

Cash flow Giugno

Due parole sui flussi di cash flow del mese passato. Nonostante una perdita di 6090$ sulle opzioni, su base mensile le settimane precedenti  di Giugno hanno contribuito con guadagni riducendo questa perdita a -4515$. A sua volta le altre forme di rendita come il sub affitto del garage (386$), le rendite on line ( pvrstock, google ads, amazon 140.95$) i dividendi (140$ pagati da IBM) ed una piccola speculazione sul rimbalzo del DAX ( 180$) hanno aiutato a smorzare l’ effetto negativo delle opzioni. Cosa ha tenuto in bolla il bilancio del mese con decisione pero’ sono stati i risparmi. La bellezza di 5000$ sono stati accantonati. Avevo anticipato il mese scorso che in vista della decisione di cambiare vita licenziandoci dai lavori e spostandoci nel paese in cui io e mia moglie abbiamo sognato di vivere, avremmo anche aumentato i risparmi per fare fronte alle incertezze di questo cambio di vita. Sostanzialmente stiamo creando un materasso di sicurezza che ci dovrebbe permettere di affrontare questa transizione da dipendenti ad “indipendenti” nel modo piu’ sereno possibile. Anche se abbiamo dei piani non sappiamo che imprevisti potremmo incontrare, quindi la cosa migliore e’ sempre avere un po’ di cassa da parte!

Da settembre cambieranno molte cose nel bilancio di famiglia e di questo ne siamo ben coscienti. Le cifre si ridurranno sostanzialmente, ma insieme anche i costi. Quello che non sara’ visibile nei numeri pero’ sara’ lo stile di vita ed il tempo che andremo a guadagnare che ha un valore inestimabile e che non riesco a schiacciare dentro una tabella!  Ecco l’ ultima fotografia degli asset controllati ad oggi:

Valore asset

Siccome e’ un po’ che non ne parlo, do gli  ultimi aggiornamenti sugli sviluppi dei due business in cui sono socio. La societa’ dei sub affitti nata nell’ Aprile 2015 dopo circa 6 mesi di attivita’ e’ stata finanziata da alcuni  venture capitalist e business angels che hanno rilevato insieme, una quota pari a  circa il 20% a fronte di 200K Euro d’ investimento.  Sei mesi dopo il fatturato e’ cresciuto sostanzialmente ( stiamo arrivando al milione di euro su base annua) ed i risultati mese su mese comparati a 12 mesi fa, viaggiano a livelli del + 300% /+400%. Se un anno fa chiudevamo 2 contratti nei primi mesi oggi siamo a 7/8 al mese.  Le unita’ gestite stanno arrivando a quota 50 e l’ organico e’ adesso di 3 dipendenti e circa 8 agenti operativi su un paese. La grande novita’ e’  che da Agosto proveremo ad espandere il modello in una nuova nazione.  Abbiamo assunto un country manager che dovra’ replicare ed adattare il modello in chiave locale. Le mie stime  sono che se riusciamo a tenere il ritmo attuale col contributo del paese numero due, per la fine dell’ anno potremmo raggiungere o passare le 100 proprieta’ in sub affitto attive contemporaneamente. Il break even del primo paese e’ stimato per settembre, mentre il secondo dovrebbe arrivare per gennaio/febbraio 2017. Ci sono molte incognite sul nuovo paese ma ci sono anche  tutti i presupposti per farcela. Sara’ interessante vedere se i soci investitori eserciteranno l’ opzione per acquisire un ulteriore 8% delle quote a fronte di altri 300K Euro per la fine del 2016.  Questo inneschera’ un espansione ancora piu’ veloce che ci permetterebbe di aprire in 3 o 4  nuovi paesi. Se succedera’ la valutazione di questa attivita’ passera’ i 4 Milioni d’ euro ed i numeri cominceranno a diventare davvero interessanti! Se non succedera’ continueremo sulla strada piu’ lenta ma solida della crescita organica. Un ultimo dettaglio di cui vado particolarmente orgoglioso: tutto cio’ e’ stato fatto senza contrarre nessun debito e partendo da investimento di circa 10 mila euro iniziali. Questa e’ la prova che le idee battono il capitale e cosa fa la differenza sono le persone ed il timing.

La seconda attivita’ che e’ una nuova piattaforma nel fashion online,  va molto piu’ a rilento di quello che potessi aspettarmi inizialmente. Il lancio che era stimato per giugno diventera’ con grande probailita’ ad Agosto. Continuo a credere molto nel business model che e’ simile a AirBnb e Uber ma per il settore design e moda. La grande sfida per me e’ interagire e coordinare un team allargato ed internazionale sparpagliato su diversi continenti e fusi orari, con ritmi e culture totalmente diverse. Ma e’ anche uno degli aspetti piu’ affascinanti.  Ci aggiungo una certa complessita’ tecnica  nello sviluppo della piattaforma ed ecco dove nascono i ritardi. Ad ogni modo si va avanti e solo dopo il lancio sapremo che velocita’ prendera’ questo nuovo business ( se andra’ nella direzione giusta!)

Immagino che con Luglio molti di voi saranno prossimi a vacanze varie e che leggeranno i prossimi post da sotto l’ ombrellone. Per me saranno ancora settimane intense, ma va bene cosi’, so cosa ci aspetta a breve! Colgo quindi l’ occasione di augurare a tutti  un buon riposo e mi raccomando non perdete di vista i mercati perche’ nella volatilita’ estiva spesso si possono fare affari d’oro…anche in vacanza!

Buona estate !

Francesco

 

(Visited 863 times, 1 visits today)

24 Comments
  1. Wirly
    • partitodazero
  2. Giuliano
    • partitodazero
  3. Alessio
    • partitodazero
      • Alessio
        • partitodazero
    • Filippo
      • Alessio
  4. Wirly
    • partitodazero
  5. Filippo
    • partitodazero
      • wirly
        • partitodazero
          • Eddy
          • partitodazero
  6. Egle
    • partitodazero
  7. Wirly
    • partitodazero
    • Eddy
  8. Alessandro

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *