ASSET VALUE DICEMBRE 2014

come diventare riccoUn nuovo mese e’ appena cominciato lasciandosi alle spalle un interessante novembre. E’ quindi il momento di fare una fotografia e vedere i progressi dopo risparmi, dividendi affitti e azioni. Alla fine della partita quello che conta e’ il risultato che sta scritto sul tabellone. L’ obbiettivo e’ quello di accumulare il primo milione di dollari. Per farlo in alcuni anni bisogna scorporare il progetto i tappe annuali, semestrali e mensili. Per il 2014 non ho fatto un budget preciso perché ho solo cominciato dicendo: vediamo dove riesco a mettere l’ asticella prima del 31 dicembre. Quanto posso accumulare in un anno? Per il 2015 invece il gioco cambia e ci  saranno una serie di obbiettivi più alti che mi daro’ a breve, basandomi sulle performance dell’ anno che si sta chiudendo. Non lo faccio perché sono maniaco, ma per alcuni motivi: intanto a me piacciono le sfide e soprattutto quelle con me stesso. Sono quelle più vere e dure. Quelle che ti spingono andare oltre la tua zona di confort e di conseguenza ad andare  più forte nella vita. Scriverle in questo diario aperto mi mette ancora più pressione e mi stimola a fare meglio per fare vedere che ci si può spingere oltre. Se ce la posso fare io che sono partito da due mani vuote, chiunque può fare meglio! Secondo, a fare di più  dell’ anno precedente o solo del mese precedente e’ sempre una piccola vittoria. Abbiamo bisogno di un senso di successo che alimenti la nostra motivazione  ed il nostro entusiasmo, appagando i nostri sforzi. Terzo nel gioco della sfida sta automaticamente fluendo l’ obbietivo madre dell’ accumulo del milione. Anche se un anno o un mese non si e’ riusciti ad andare oltre gli obbiettivi si ha comunque fatto centro perché  si sono fatti dei passi avanti.

La maratona e’ l’ esempio che calza di più ai miei occhi. Decidiamo di partecipare e sappiamo i Km che ci aspettano fino al traguardo. Ci possiamo andare più in fretta o più piano in base alle nostre capacita’. Possiamo anche scegliere di non andarci a quel traguardo. Pero’ passo dopo passo ogni chilometro che ci mangiamo e’ un chilometro in meno verso l’ arrivo. All’ inizio lo sudiamo tanto, sentiamo la fatica nelle gambe, ed i polmoni che fanno male, ma ad ogni chilometro in meno  l’ idea che e’ stato archiviato anche quest’ ultimo,  ci riaccende di entusiasmo. Partire e’ difficile. Non c’e’ inerzia.  Non si deve mai pensare ai 42 km che ci aspettano davanti, ma ci si deve focalizzare sul portare a casa il prossimo chilometro. Di tanto in tanto arrivano i punti di ristoro, ci si può prendere una pausa e tirare il fiato. Quello che pero’ che succede di solito e’ che sulla strada arriva un punto magico, non ben definito….non sentiamo più fatica, non soffriamo più,  ma entriamo in una fase di semi incoscienza. Ci stacchiamo dal corpo e non sentiamo più nessun dolore. Tutto viene naturale e riusciamo a mantenere un’ andatura costante e piacevole. In questo stato proviamo serenità e capiamo che ci stiamo godendo la nostra cavalcata verso la fine. Tutto  in armonia con la nostra andatura. Ed proprio in quel momento che il traguardo e’ in vista…

Voglio solo dire che spezzando le sfide più ardue in battaglie più piccole non ci si rende conto ma si sta avanzando verso i propri obbiettivi con più leggerezza. Per chi pero’ decide di non essere in nessuna gara, allora nessun passo sarà valso un avanzamento verso una qualche  meta.

Back to money! Ecco la fotografia al primo dicembre, degli asset totali in cui sono investito ad oggi:

TOTAL ASSET DECEMBER 2014

 

Al primo dicembre il totale degli asset investiti ha toccato 188025$ riportando ancora la bandiera al top per quest’ anno. Manca ancora un mese alla fine del 2014 e credo che ci siano ancora margini per un po’ di crescita. Rispetto al primo novembre ( 184960$)  c’e’ stato un incremento del 1.66%  cioè 3065 dollari. Poteva essere un mese ancora migliore ma due fattori hanno pesato leggermente: il primo,  il forte tracollo del petrolio e di certe materie prime ha impattato sul portafoglio negativamente ma senza troppi danni in quanto bilanciato correttamente. Il secondo, i dividendi sono stati piuttosto scarsi nel mese di novembre. Devo essere sincero nel dire che a una settimana dalla fine del mese avevo passato per la prima volta la soglia magica dei 190000$, ma come sempre le fluttuazioni in borsa sono illusorie. Comunque ancora una volta il flusso di nuovi capitali ed entrate fresche tutti i mesi media i capricci del mercato e tiene in equilibrio la curva degli asset.  Quindi sempre occhi sul tabellone a fine partita!!

Ad oggi sono investito in 19 società con una leva finanziaria controllata al 15.5%. Ovvero gestisco asset per 214615$ che al netto della leva sono 188025 dollaro più dollaro meno.

Il capitale fin qui accumulato e’ pari al 18.8% di un milione di dollari Il che vuol dire che mi servono ancora 811975 $. Quindi rimbocchiamoci le maniche e diamoci dentro per farli saltare fuori!!

(Visited 254 times, 1 visits today)

2 Comments
  1. Luca
  2. partitodazero

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *